Speechless, l’app che trasforma i messaggi vocali di Whatsapp in scritti

Speechless, l’app che trasforma i messaggi vocali di Whatsapp in scritti

1,2 miliardi di utenti nel mondo: sono le stime che riguardano gli utilizzatori di Whatsapp a livello planetario. Un numero gigantesco ma che, accanto ai 50 miliardi di messaggi quotidiani inviati tramite la piattaforma, impallidisce.

Di questo marasma di contenuti, il 25% circa è in formato audio: una tipologia che, per molti, è comoda, soprattutto quando si deve dire qualcosa di complicato o lungo o si ha poco tempo a disposizione, mentre per altri è un vero inferno.

Comunicazioni urgenti, tra l’altro, non possono arrivare sempre al mittente nel momento giusto, poichè se questo si trova in un luogo pubblico, al lavoro, in riunione, non sarà facile prestare attenzione a qualcosa da ascoltare, anche mettendo lo smartphone vicino all’orecchio per preservare la propria privacy.

Ecco perchè, nei laboratori tutti italiani della Becreatives di Bergamo, è nata Speachless, una App che è in grado di tradurre messaggi vocali in scritti.

Come funziona Speachless?

Speachless è supportata da iOS e Android ed è disponibile già in ben 10 lingue.

Il suo utilizzo è gratuito per messaggi vocali fino a 15 secondi, altrimenti bisognerà pagare, una tantum, una quota di 2,29 Euro.

Selezionando una nota audio (si è, tra l’altro, verificato che funzioni per tutti i file audio contenuti in uno smartphone, tranne che per quelli provenienti da Telegram), è possibile convertirla attraverso il comando relativo all’applicazione, che provvederà a caricare nel proprio Cloud il file, per poi restituirlo, sempre attraverso la connessione dati o il Wi-Fi, in maniera scritta. Naturalmente il software non è immune da piccoli errori, ma è tutto assolutamente utile e ben fatto.

Unica nota: le parolacce vengono automaticamente censurate!

 

Scritto da: Simona Vitagliano

Rispondi