Cosa rende appetitoso il cibo delle pubblicità?

0

I cibi nelle pubblicità ci sembrano gustosi, ma giunti in cucina non hanno lo stesso aspetto che hanno in tv o sul giornale, perché?

Sul set fotografico si utilizzano prodotti che simulano per estetica e consistenza quelli che andremo ad acquistare, ma che in realtà non sono veramente quelli, piuttosto dei validi sostituti e surrogati.
Vediamo quali sono i principali cibi che sono altro:

LATTE:
Nelle pubblicità sia fotografiche che video lo vediamo bianchissimo e cremoso, non è altro che un mix di acqua e colla vinilica che con la sua densità e colore riesce ad essere tanto appetitoso rispetto al latte normale, che quando viene fotografato ha un colore giallognolo e consistenza acquosa.

POLLO:
Un bel pollo al forno o in padella vi fa venire l’acquolina in bocca? Il colore e la consistenza della pelle è troppo invitante?
Per rendere la pelle di quel colore il pollo viene prima cosparso di zucchero, e poi passato con la fiamma ossidrica per bruciare la pelle e caramellare lo zucchero. Una cottura veloce che porta ottimi risultati estetici. Stessa sorte tocca alla carne e agli hamburger.

GLASSA:
Ci avete fatto caso che la glassa nelle pubblicità è molto più densa ed ha un colore più forte rispetto a quella che avete in casa? Ovvio, quella non è glassa ma olio motore con aggiunta di un addensante e colorante. Anche lo sciroppo d’acero che viene messo sui pan cake è finto; si tratta di olio motore usato!

GELATO:
Solido, compatto e cremoso nelle pubblicità, duro come il cemento quando esce dal vostro freezer. Perché?
Si tratta di margarina o strutto opportunamente colorati e mixati con addensanti per dolci.
Il motivo qui è più pratico che estetico, infatti sotto i riflettori il gelato durerebbe ben poco visto il caldo che producono le lampade.

YOGURT: forse lo yogurt è quello più deludente di tutti; si tratta di pittura bianca con una piccola aggiunta di stucco per renderlo ancora più bianco.

Piccoli segreti da art director, che vi fanno passare la voglia di mangiare!

Lascia una risposta