Lego, il marchio più influente del mondo

0

Tra le tante classifiche esistente c’è anche quella dei marchi più influenti. Simboli che veicolano messaggi, prodotti, idee e tanta immaginazione. Ferrari ha dominato per anni la classifica ma nell’ultimo anno è stata spodestata da Lego. Sì, avete capito bene, la società produttrice dei mattoncini che tanto avete amato da piccoli è il primo marchio al mondo. Con quei pezzi colorati avete dato forma alle vostre prime idee. Creatività e spirito ingegneristico davano vita a veri e propri paesaggi Lego.

 

I segreti del successo

Alla base della vittoria c’è l’amore intramontabile dei bambini di ogni generazione e la nostalgia di tutti quelli che ci hanno giocato da piccoli. Chi non vorrebbe tornare bambino per pensare soltanto a creare un paesino di costruzioni? Altri fattori chiave risiedono nella strategia di brand, adottata da anni dalla casa danese: videogiochi su diverse piattaforme, un parco tematico e un film. Insomma, Lego si è impegnata a far parlare di sé e ci è riuscita alla grande.

 

Chi sale e chi scende

La classifica dominata dalla Lego, vede PwC al secondo posto e Red Bull sul gradino più basso. Il cavallino rampante, invece, ha registrato un tonfo passando dal gradino più alto alla nona posizione. Secondo gli analisti, il marchio ha risentito del cambio di dirigenza e delle conseguenti scelte aziendali. Tuttavia, la casa di Maranello ha registrato un aumento di valore del 18%. A proposito di brand value, è stata stilata anche una classifica in merito. In questo caso a dominare è la Apple, seguita da Samsung e Google. Il colpo di scena, nella classifica del valore dei brand, arriva dal mondo dei social perché Twitter, nell’ultimo anno, è riuscito a triplicare il suo brand value.

Lascia una risposta