Instagram: nuove funzioni e test

Tutte le novità del social

0

Instagram è una delle piattaforme più diffuse al mondo. Nato nel lontano 2010, nel corso dell’ultimo decennio ha senza dubbio dominato la scena dei social. Ma in questo lasso di tempo, Instagram ha subito anche tante evoluzioni. Infatti di anno in anno ci sono state una serie di novità che lo hanno trasformato profondamente.

Anche nel 2022 si prospettano importanti innovazioni. In particolare, alcune voci parlano di un imminente cambiamento relativo alle sottoscrizioni del social, indiscrezioni che lasciano presagire che la piattaforma stia per diventare a pagamento.

Ma quanto c’è di vero in queste notizie? Davvero a breve per accedere su Instagram sarà necessario abbonarsi? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Instagram: la novità delle sottoscrizioni

Instagram è un social in continua evoluzione. Nata per condividere le fotografie, oggi, dopo esser diventata la piattaforma più importante del gruppo Meta (il gruppo appartenente al creatore di Facebook Mark Zuckeberg), si è arricchita di tante altre funzioni.

Di recente, sono aumentate le voci relative ad un’imminente cambiamento importante. In particolare, si è diffusa nelle scorse settimane l’indiscrezione secondo la quale il social potrebbe diventare presto a pagamento. La notizia è stata riportata dalla testata Tech Crush, secondo la quale alcuni alcuni servizi di intelligenza di altre aziende, durante il monitoraggio dei dati sullo sviluppo e sul marketing del social, sono riusciti a scoprire anche una nuova voce, chiamata Instagram subscription. Nello specifico, le aziende Sensor Tower e Apptopia hanno rilevato che i programmatori del social hanno aggiunto sull’App Store alcune nuove opzioni per effettuare acquisti direttamente sulla piattaforma.

Il 1 novembre 2021 è apparsa la voce “sottoscrizione Instagram” con un costo relativo pari a 4,99 dollari (circa 4,50 euro), mentre invece il 3 novembre è apparsa una seconda sottoscrizione al costo di 0,99 dollari. Fino a quel momento in quella sezione era possibile trovare solo la voce “Instagram badge”, una funzione che offre il social e che consente di effettuare doni virtuali, con i quali si possono ringraziare i propri seguaci durante le dirette.

La notizia è apparsa subito sui principali giornali e media che si occupano di comunicazione social. Alcune indiscrezioni parlano addirittura di 2 piani diversi, a cui possono corrispondere costi e caratteristiche differenti.

Da parte dei dirigenti della piattaforma non sono ancora arrivate né voci di smentite né di conferma. Alcune ipotesi, fatte da esperti di social network, ritengono che queste funzioni, prima ancora di entrare in attivo, vengano testate prima su un gruppo ristretto di utenti, in maniera tale da verificarne l’efficacia. Quando poi se ne attesta il successo, vengono implementate definitivamente dalla piattaforma. Un processo che in gergo è conosciuto con il nome di roll out progressivo.

Probabilmente il primo paese che potrà assistere alla novità saranno proprio gli Stati Uniti, poiché le modifiche apportate non riguardano gli App Store degli altri paesi, ma esclusivamente quelli statunitensi.  

Gli altri cambiamenti di Instagram: le Exclusive Stories e il ritorno del feed cronologico

Quella delle sottoscrizioni sembra non essere l’unica innovazione che verrà attuata sul social. Infatti si parla anche delle cosiddette Exclusive Stories, di cui in realtà se ne sente parlare già da molto tempo. Si tratta di una nuova funzione con la quale il social consentirebbe agli utenti di pubblicare foto e video nelle loro stories, rendendole però disponibili solo ai fan più affezionati. Quest’ultimi, però, potranno accedere a questi contenuti solo effettuando un abbonamento su canone periodico. A differenza delle sottoscrizioni, questa funzione è stata confermata dagli stessi dirigenti di Instagram, i quali hanno ammesso che attualmente è in fase di test interno

Altre indiscrezioni invece parlano di un ritorno ad un feed cronologico. Attualmente infatti il feed della piattaforma mostra i contenuti sulla base delle interazioni, ma questa modalità ha spesso attirato le critiche da parte degli utenti poiché non permette di vedere alcuni post. Ecco perché Adam Mosseri, il numero uno dell’azienda, ha annunciato la possibilità di poter scegliere a breve tra queste due modalità di visualizzazione del feed.

Lascia una risposta